La leggenda del pozzo di San Patrizio

Come tutte le leggende anche la leggenda del pozzo di San Patrizio racconta qualcosa di magico. Secondo alcuni, sarebbe stato il Signore a indicare al vescovo una sorgente dalla quale si poteva accedere nell’oltretomba.

La tradizione identifica la sorgente nel lago Derg, noto anche come il Lago Rosso, situato nella Contea di Donegal. La leggenda del pozzo di San Patrizio mormora che attraversando la cavità si poteva accedere nell’oltretomba. Il primo a tentare questa impresa sarebbe stato il cavaliere irlandese Owain, che coraggioso si avventurò nella fessura indicata a suo tempo al missionario.

Un racconto, però, che secondo alcune persone potrebbe essere del tutto verosimile. Persone apertamente critiche alla leggenda del pozzo di San Patrizio sostengono che la cavità evocherebbe soltanto l’immagine della ricchezza senza fine. Il pozzo, dunque, darebbe l’idea di qualcosa senza fondo.

Ecco cosa nasconde la leggenda del pozzo

Veniamo alla storia che racconta la fondazione del Purgatorio e la visita che in esso fece il cavaliere Owain. Come egli entrasse, dopo riti preliminari e penitenze nella caverna; come fosse stato avvisato da uomini vestiti di bianco circa i tormenti che avrebbe incontrato; quali pene egli avrebbe sofferto prima di giungere al Paradiso terrestre dal quale sarebbe rimasto fuori. Il racconto ebbe diverse redazioni e venne tradotto in varie lingue: inglese, anglo-normanno, provenzale, antico francese e spagnolo.

Riprendendo i suggerimenti di quanti hanno creduto alla cavità oscura come l’immagine di una ricchezza sfrenata: sarebbe stata una visione, che convinse il missionario a scavare un foro naturale del terreno miracoloso. La leggenda del pozzo di San Patrizio narra che chiunque vi fosse entrato sarebbe stato sottoposto ad una serie di durissime prove al termine delle quali, però, se non si fosse arreso, avrebbe ricevuto il perdono di tutti i peccati. Inoltre, ci sarebbe stata una ricompensa sul fondo della cavità: una riposante vallata colma di delizie e un panorama mozzafiato. Non solo. Chi ci fosse arrivato, avrebbe trovato anche un castello meraviglioso. All’apertura delle porte della fortezza, sarebbero apparsi gli angeli in coro e una schiera di Santi e di Beati che avrebbero accolto il nuovo arrivato. Fra questi anche il missionario.

Ci sono altre leggende curiose e affascinanti che raccontano parte della vita del missionario irlandese e che in tanti raccontano nel Giorno di San Patrizio. A cominciare dal racconto dei serpenti scacciati, DownPatrick Head e la delicata poesia del Daino.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/52 voti