Assistenza sanitaria

Essendo un cittadino della UE che desidera frequentare l’università in Irlanda o in un altro paese dell’Unione, dovrai verificare che l’assicurazione del tuo paese di origine copra i costi dell’assistenza sanitaria.

Nel caso specifico, l’Italia copre i costi di assistenza sanitaria per l’intera durata del tuo soggiorno all’estero.

Accade spesso che gli enti nazionali di assicurazione sanitaria prevedano coperture sui costi assistenziali all’estero per un periodo di tempo limitato. Se avete conoscenze di tale limite, il passo successivo sarà quello di iscrivervi al sistema sanitario nazionale del paese in cui intendi studiare o stipulare un’assicurazione privata. Per tutto il periodo di trasferta dovrai essere in possesso di una tessera europea di assicurazione malattia in corso di validità per ricevere assistenza dai medici locali e chiedere il rimborso dei costi sostenuti.

 

Avvertenze

I modelli E 111 ed E 128 che facevano riferimento all’assistenza sanitaria all’estero non sono più validi; sono stati sostituiti della tessera europea di assicurazione malattia. Il sistema sanitario del paese ospitante potrebbe essere diverso da quello del tuo paese di origine. In alcuni paesi, per esempio, i pazienti pagano per le prestazioni mediche e chiedono successivamente un rimborso; in altri casi i medici non vengono pagati direttamente dai pazienti.
Assistenza sanitaria

Guida all’assistenza sanitaria: ecco la tessera europea di assicurazione malattia

Per ottenere la tessera europea puoi rivolgerti al tuo ente di assicurazione sanitaria oppure a quello dei tuoi genitori o del coniuge, se sei a carico loro. Devi procurarti la tessera prima di andare a studiare all’estero.
Assistenza sanitaria

Studenti lavoratori o fuori corso

L’assicurazione sanitaria del tuo paese potrebbe non coprire le spese mediche sostenute durante il periodo di studi all’estero. Ciò accade spesso agli studenti di età superiore ai 28 o 30 anni. È altresì probabile che alcuni dottorandi siano considerati lavoratori residenti e non studenti, a seconda del tipo di finanziamento di cui usufruiscono. Se rientri in una di queste due categorie, devi stipulare un’assicurazione sanitaria privata o iscriverti al servizio sanitario nazionale del paese ospitante.

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/51 voto