Organizzare un viaggio in Irlanda

Organizzare un viaggio potrebbe diventare un vero e proprio incubo. Spesso si parte allegri e si finisce per litigare sugli itinerari, sul cosa vedere in Irlanda e se è il caso oppure no di trascorrere più tempo a Dublino. Bene, cominciamo col dirvi che dovrete stare calmi, respirare a lungo e rilassarvi. Perché? Poiché l’Isola è la patria del relax, perché è verde e perché non ne vale la pena arrabbiarsi.

Prima di partire avrete bisogno di informazioni utili e apparentemente elementari. Per organizzare un viaggio in Irlanda occorre dapprima comprendere il periodo migliore per effettuare il vostro viaggio, dunque quando andare.

Organizzare un viaggio significa sapere come il clima sia estremamente variabile: può piovere diverse volte nella stessa giornata. Non spaventatevi ciò può non significare nulla. A scanso di equivoci ci interessa comunicare che il periodo migliore va da maggio a settembre. Non avete le ferie in questo intervallo di tempo? Non scoraggiatevi, il paese può essere visitato in qualsiasi stagione.

Organizzare un viaggio: cosa sapere

Essendo il paese un’isola, elementare geografia, scoprire come arrivare è cosa buona e giusta: ovviamente l’Isola di Smeraldo è raggiungibile via mare, oppure in aereo. L’ingresso ai cittadini della Comunità Europea è permesso con la sola carta d’identità – valida per l’espatrio, oramai le fanno tutte così -, oppure se preferite potrete utilizzare un passaporto in corso di validità.

Nell’organizzare un viaggio ricordiamo la valuta: la Repubblica (Eire) aderisce all’euro, mentre il Nord (Uk) mantiene la sterlina. Nell’Isola la lingua ufficiale è il gaelico, ma tutti parlano inglese. La guida a sinistra è un problema? Sicuramente un po’ di più del fuso orario: un’ora indietro rispetto all’orario italiano (vale per tutto l’anno). Necessario dire che per usare la corrente avrete bisogno di un adattatore.

 

Cosa troverete

Una vacanza sull’Isola di Smeraldo significa amare la natura in generale, amare il surf, l’oceano, le spiagge selvagge, la costa, le isole, i piccoli villaggi e le città a misura d’uomo. Dal piacere degli occhi al piacere del palato, organizzare un viaggio da queste parti significa anche assaggiare dell’ottima birra locale, del whiskey, quello scritto male con l’aggiunta di una ‘e’, e della musica tradizionale irlandese.

Prenota il viaggio

Procediamo con ordine ad organizzare il viaggio in Irlanda. Per prima cosa conviene bloccare i voli, poi segue il soggiorno e a seguire l’auto.

  • Voli: acquista il biglietto aereo grazie alla nostra convenzione con la compagnia di bandiera Aer Lingus che opera da e verso la capitale Dublino, ma anche Cork e Belfast con Bologna, Catania, Milano, Napoli, Roma e Venezia. Questa prenotazione è la prima cosa da fare per organizzare un viaggio in Irlanda.
  • Dove dormire: prenota Ostelli, GuestHouse e hotel. Nel caso aveste l’intenzione di assaporare l’ospitalità irlandese, scegliete di soggiornare in uno dei tanti bed & breakfast. Ve ne sono svariati dislocati pressoché in ogni località, tra l’altro ben segnalati sulle guide e facilmente riconoscibili.
  • Come fare il noleggio auto in pochi passi. Consultate la nostra sezione di riferimento ed effettuate una prenotazione in totale sicurezza per muovervi in auto. Vi rimandiamo ai suggerimenti su come guidare. Scopri le rotatorie, curiosità sulla rete stradale irlandese, le autostrade contrassegnate dalla lettera M, che sta per motorway, e i vicoli di campagna.

 

Itinerari

Scopri tutti gli itinerari in Irlanda percorribili. Ce ne sono davvero tanti e potrebbero in qualche modo facilitare la procedura di organizzare un viaggio in Irlanda.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
5/518 voti