Tutti i video sull’Irlanda e sulle stranezze del popolo irlandese, curiosità e clip simpatiche su Irlandaonline.com.

Palle di neve ai vicini, poi alla polizia (intervenuta)

Un siparietto tipico irlandese: dopo la segnalazione di due adolescenti che lanciavano palle di neve nelle case dei vicini, di fatto li stavano molestando, arriva la polizia. Tutto sembra risolversi automaticamente, penserete. E invece, la presenza degli agenti eccita i due ragazzi che continuano la guerra a palle di neve con loro.

Dunque, la polizia di Dublino, o meglio uno degli agenti, si è ritrovato a rispondere al fuoco nemico. Botta e risposta, uno scambio veloce e tutto viene ripreso da Stephanie Spitere, che abita nelle vicinanze.

Tra l’incredulità della donna, che ha pubblicato il video sul suo profilo Facebook, si aggiunge la nostra incredulità. Quest è l’Irlanda.

Nel filmato, i due ragazzi si trovano in un giardino mentre gli agenti si affacciano in uno dei balconi dell’edificio dal quale sono partite le lamentele. Un richiamo sarebbe potuto bastare, ma la presenza dei poliziotti alimenta i due a lanciare palle di neve.

Da rilevare i commenti degli utenti che elogiano la polizia.  Qualcuno osa dire: “Sono delle leggende assolute”. 

La polizia irlandese è stata interpellata dal Daily Mirror sulla vicenda, ma An Garda Síochána non “ha voluto commentare il materiale pubblicato online da terzi”.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Ecco come perdere una gara

A raccontarlo non ci crederebbe nessuno. Per fortuna c’è una telecamera a riprendere l’incredibile avventura di Aengus Meldon, durante la volata finale di una gara di atletica. Ci troviamo ad Athlone, in Irlanda.

Il corridore guida la testa del gruppo quando una barra elastica – catapultata in pista da un altro atleta impegnato nel salto con l’asta – avvolge il ragazzo.

Meldon prova a liberarsi dell’ostacolo, ma non c’è niente da fare. La corda gli resta incollata alle caviglie e gli fa perdere velocità.

 

Incredibile incidente in pista

Quando taglia il traguardo è soltanto terzo. Sfuma così la vittoria del giovane nella semifinale degli 800 metri dei campionati universitari. Anche il commentatore, incredulo, dichiara: “È stato attaccato da Spiderman!”

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

La foca mangia al Lighthouse Seafood Restaurant

Ogni giorno, Sammy attraversa la strada e chiede il pesce a un ristorante di Wicklow.

Nulla di straordinario, almeno apparentemente, visto che Sammy è oramai un cliente abituale del ‘The lighthouse seafood’. E così, tre volte al giorno, la foca più famosa della Contea, spunta dall’acqua e attraversa la strada per chiedere da mangiare al ristorante.

Delle volte i camerieri fanno di tutto per mandare via l’animale, ma Sammy è imperterrita e quando ha fame non sente proprio ragioni. Quindi sono costretti a buttare il pesce in acqua.

 

A pochi metri dalla foca

In realtà, l’animale è abituato a ricevere del cibo dalla popolazione locale, a seguito di un allagamento della zona nel 2013. In quella circostanza, il personale del ristorante si prese cura di Sammy.

 

Lighthouse Seafood Restaurant

Il Lighthouse Seafood Restaurant si trova sulla South Quay nella città di Wicklow. È piuttosto affascinante e sembra essere un’estensione della pescheria Fishman di Alan Hegarty. Ha una posizione molto invidiabile, si affaccia sull’estuario del fiume Vartry dal quale è possibile ammirare tutte le piccole barche ancorate alla banchina.

La sala da pranzo è molto gradevole; ci sono eleganti pavimenti in legno, comode poltrone con seduta in pelle, corde marine, reti da pesca appese al soffitto e quadri marittimi sulle pareti completano una sensazione marittima perfettamente integrata.

Il menu è breve e molto apprezzato. Ci sono una mezza dozzina di antipasti e circa lo stesso di alimentazione, con quattro piatti speciali aggiunti. Il ristorante offre principalmente pesce, oltre ad ali di pollo e una bistecca. Ci sono inoltre altre pietanze come rana pescatrice, orata, merluzzo e nasello o eglefino.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Sorvola il fiume Liffey a Dublino con un jet pack

Con un jet pack sorvola il fiume Liffey a Dublino tra l’incredulità dei passanti.

Questi video raccontano l’impresa di un uomo che munito di jet pack ha sorvolato per un centinaio di metri il fiume Liffey a Dublino, per poi atterrare su una piattaforma appositamente allestita lungo il fiume.

Soltanto a fine corsa si è capito di cosa si trattasse: una ‘piacevole’ trovata pubblicitaria di Samsung per presentare il Galaxy S7.

 

VIDEO

 

Jet pack

Con jet pack (o rocket pack, rocket belt o nomi simili), letteralmente “zaino-jet” (o “zaino-razzo”, “cintura-razzo” ecc.), si intende un dispositivo, solitamente indossato sulla schiena, che grazie ad una propulsione “a getto” (a reazione), permette ad una persona di volare. Le forze armate degli Stati Uniti hanno compiuto la maggior parte della ricerca effettuata sui jet pack ed hanno dichiarato che gli elicotteri sono più funzionali.

Negli anni precedenti, anche altri hanno cercato di sviluppare jet pack, ma con risultati discontinui. Per questo motivo il loro utilizzo è stato per lo più relegato alla fantascienza o alla fiction. Negli anni non sono però mancati comunque annunci su modelli funzionanti. Nel 2009-2010, Glenn Martin ne ha progettato uno che a quanto afferma dovrebbe poter volare a un’altezza di 2,4 km per 30 minuti al massimo; per guidare il Jet pack serviranno 15 ore di addestramento.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Salvato, l’asino sorride ai soccorritori

Lo chiamano Mike, come l’uomo che lo ha salvato, l’asino strappato alla morte che pare sorridere ai soccorritori. La foto, così allegra, sta facendo il giro del mondo

È scappato dalla fattoria in seguito a un temporale e lo hanno ritrovato nel fiume, l’asino soccorso a Killorglin che sembra ringraziare tutti con un sorriso. Nonostante gli sforzi, i proprietari non erano in grado di aiutarlo e, così, hanno lanciato l’allarme sulla pagina Facebook dell’associazione animalista Animal Heaven Animal Rescue (Ahar), gestita da Suzanne Gibbons, che si trova nelle vicinanze della cittadina irlandese.

Il primo ad arrivare sul posto è stato Mike Fleming, del club di canottaggio locale, che con la sua imbarcazione ha raggiunto l’animale e lo ha tirato fuori dall’acqua. Le sue condizioni sono buone e i proprietari si stanno prendendo cura di lui. Nel frattempo, l’immagine simpatica dell’asinello, sta facendo il giro del web.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Cavallo in corsa entra in un ristorante

Fuori programma al Jumbo’s Family Restaurant di Listowel dove un cavallo è entrato in corsa all’interno del locale e si è diretto, incuriosito, al bancone. Un fuoriprogramma simpatico e divertente che ha in qualche modo animato la giornata in questa tranquilla cittadina.

Una giornata come tante altre al Jumbo’s Family Restaurant di Listowel movimentata da un cavallo imbizzarrito che è entrato dalla porta principale del locale a grande velocità.

Una volta dentro l’animale è scivolato sul pavimento ed è caduto a terra, prontamente tornato sulle quattro zampe il puledro si è diretto verso il bancone dove una persona dello staff è intervenuta cercando di riportare la calma. Proverbiale, l’intervento di una donna che ha afferrato il ronzino per le briglie e lo ha fatto accomodare fuori.

 

L’ingresso del cavallo al Jumbo’s Family Restaurant

C’è poco da dire su questo posto. Si tratta di uno dei tanti ristoranti di Listowel. Qui, una mattina qualunque, un cavallo ha seminato il panico e animato la giornata. Ovviamente, non capita tutti i giorni di assistere a uno spettacolo del genere. Soltanto la freddezza di una donna del posto ha riportato la calma e domata il quadrupede. Non resta, dunque, che farsi una bella risata e godersi il filmato.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Jimmy’s Hall

Presentato il trailer del film Jimmy’s Hall, il nuovo film di Ken Loach che in Italia uscirà con il titolo «Una storia d’amore e libertà».

Dopo la presentazione in concorso allo scorso Festival di Cannes, Una storia d’amore e libertà arriverà sugli schermi italiani il prossimo 18 dicembre. Politica, comunismo e religione sono gli ingredienti dell’ultimo film di Ken Loach.

La sceneggiatura di Jimmy’s Hall, Una storia d’amore e libertà, è curata da Paul Laverty.

 

Una storia d’amore e libertà: Jimmy’s Hall

Jimmy’s Hall, Una storia d’amore e libertà è ambientato agli inizi del ‘900, quando James Gralton è costretto ad emigrare dall’Irlanda negli Stati Uniti. L’attivista politico è l’unico uomo ad essere stato espulso dal paese. Torna per combattere nella guerra d’indipendenza e decide di aprire un salone da ballo, che diventa presto un luogo dove i giovani possono confrontarsi, imparare, discutere, sognare e soprattutto divertirsi.

La popolarità del posto cresce di giorno in giorno finché la Chiesa cattolica inizia ad osteggiare gli incontri, e James si trova in una guerra personale per la difesa della libertà di pensiero. Dieci anni dopo, nel pieno della Grande Depressione, Jimmy torna nella Contea di Leitrim per prendersi cura di sua madre. Il locale che aveva messo in piedi è abbandonato, così dopo un periodo di oppressione culturale l’attivista riapre la sala da ballo.

Dettagli e Informazioni

DATA USCITA: 18 dicembre 2014
GENERE: Drammatico
ANNO: 2014
REGIA: Ken Loach
SCENEGGIATURA: Paul Laverty
ATTORI: Barry Ward, Andrew Scott, Simone Kirby, Jim Norton, Brian F. O’Byrne, Aisling Franciosi
FOTOGRAFIA: Robbie Ryan
MONTAGGIO: Jonathan Morris
MUSICHE: George Fenton
PRODUZIONE: Sixteen Films, Element Pictures, Why Not Productions
DISTRIBUZIONE: BIM
PAESE: Francia, Gran Bretagna, Irlanda
DURATA: 106 Min

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Il libraio di Belfast

Il libraio di Belfast di Alessandra Celesia è stato proiettato Al Mese del Documentario a Roma e in altre 13 città italiane ed europee.

Ambientato nella città di Belfast, racconta vite difficili, curiose, grottesche, ambientate in una città ferita dai Troubles.

È il 1974 quando il suo negozio viene bruciato durante un attentato e John sprofonda nell’alcol, tocca il fondo prima di tornare in vita come i libri che restaura amorevolmente.

 

Il libraio

Come riporta Lucio Mollica per Left: «Il bel film di Alessandra Celesia, già allieva del teatro di Lecoq e Gaulier, lo racconta mentre anima serate di poesia, cerca volumi rari per clienti d’altri tempi e apre la sua casa a una tribù di giovani. Ne fanno parte Robert, che grazie al libraio ha scoperto l’opera e l’antica Roma, il fratello rapper Connor e l’ambiziosa Jolene, che si divide tra l’impiego in una tavola calda e alcune apparizioni serali come cantante».

Alessandra Celesia vive a Parigi, ha lavorato in teatro come attrice e regista, poi si è appassionata al cinema. Prima di trasferirsi nella capitale parigina ha cominciato a filmare Aosta, con un interesse particolare e minuzioso per le persone, la loro fragilità, la loro umanità e non importa dove vivono.

In copertina l’intervista alla regista Alessandra Celesia, a cura di Elisabetta Galgani.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Ragazzo ubriaco beve birra a testa in giù e sviene

Questo gruppo di irlandesi si ritrovano in un pub di Amsterdam, quando ad un certo punto uno di loro, completamente ubriaco, vuole tentare di bere birra a testa in giù.

Se questo potrebbe bastare, l’effetto alcolico arriva quando il giovane torna in piedi. Sembra resistere e invece di colpo sviene.

La missione di bere a testa in giù fallisce clamorosamente e il video viene pubblicato in rete. Inutile dirlo, che le immagini rimbalzano in tutto il paese e diventano oggetto di scherno. Qualcuno lo definisce il gioco dell’ubriaco, che questa volta è finito male. O meglio a terra.

 

Birra a testa in giù e sviene

Il giovane è troppo sbronzo per riuscire a bere una pinta al contrario. La situazione è più evidente quando si rimette in piedi. La testa gira, il corpo cede e la caduta è inevitabile. Quando gli altri intervengono è troppo tardi, il beone ha già sbattuto la testa sul tavolo e sul pavimento.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti

Proteste a Dublino contro la tassa sulla casa

Migliaia di cittadini hanno manifestato a Dublino contro la tassa sulla casa, l’equivalente della nostra IMU, introdotta dal piano di austerità dell’esecutivo laburista guidato da Enda Kenny.

Davanti al Dublin Castle, dove erano riuniti i ministri dell’economia della Ue più di 5 mila persone sotto la pioggia hanno sfilato contro la tassa sulla casa: da Parnell Square al Dublin Castle.

“La gente non può pagare per le banche” così recitavano gli slogan tra i manifestanti che pacificamente hanno annunciato a tutto lo Stato di riunirsi per organizzare eventi in ogni città e poi una grande giornata nazionale di disobbedienza, che si svolgerà il prossimo 1° maggio.

Campaign against the Irish Poll taxes

Nella capitale irlandese erano già presenti tanti gruppi provenienti da Carlow, Cork, Wicklow, Wexford, Limerick, Meath, Dún Laoghaire, Finglas, Galway, e Longford.

 

Altre risorse interessanti

Hai trovato utile questo articolo?
0/50 voti