La bandiera irlandese

Molto simile a quella italiana, la bandiera irlandese (bratach na hÉireann) è facilmente riconoscibile perché differisce per il colore rosso sostituito con l’arancione. Come fare per riconoscerla? Basta osservare attentamente le tre bande verticali di uguali dimensioni: verde verso l’asta, bianca al centro e arancione sulla parte esterna. Dopo questa breve introduzione che potrebbe rivelarsi più che esaustiva, vogliamo affrontare il capitolo sulla Bandiera Irlanda, in modo da conoscere più profondamente questo drappo. Comprenderne le tradizioni, carpirne i segreti e svelare le grandi storie che si celano dietro un semplice vessillo pronto ad essere sventolato.

Come prima cosa, dobbiamo ricordare che la bandiera Irlanda è riconosciuta dalle comunità nazionaliste dell’Irlanda del Nord che invece dispongono di un’altro drappo. Questa precisazione è doverosa e, seppur non vogliamo soffermarci a lungo su questo, ebbene distinguere l’Eire – ossia la Repubblica d’Irlanda – da quel pezzo di terra che conosciamo come Irlanda del Nord. Territorio conteso che per diverse ragioni ha rinunciato all’ufficialità e sembra trovare conforto sia nella Union Jack sia nella bandiera irlandese, come fa la Gaelic Athletic Association.

Fatte le dovute osservazioni e precisata la differenza fra le diverse bandiere che potrete trovare sull’isola, vogliamo sottolineare un altro particolare. Una curiosità alla quale dovrete fare attenzione per non incombere in possibili errori. Potrebbe risultare facilmente confondibile la bandiera irlandese con il vessillo della Costa D’Avorio. Questo poiché, la stoffa del paese africano presenta gli stessi colori seppur con differenti tonalità e colori invertiti. In questo caso l’arancione simboleggia terra, avana e fertilità; il bianco la pace e il verde la speranza e le foreste.

 

La bandiera Irlanda: arancione, bianca e verde

Bandiera irlandeseEccola in questa fotografia come appare il drappo irlandese. Presentato come regalo nel 1848 a Thomas Francis Meagher da un piccolo gruppo di donne francesi solidali con la causa irlandese, la bandiera intendeva simboleggiare l’inclusione e sperata unione tra cattolici e protestanti.

Il «verde» della bandiera irlandese indicherà le popolazioni nazionaliste cattoliche, l’«arancione» le unioniste protestanti e il «bianco» ne consacrerà la pace ed eroica fratellanza. Il vessillo, che oggi sventola sul tetto del General Post Office (foto in alto), racchiude una lunghissima tradizione seppur il suo lustro è posteriore alla Sollevazione di Pasqua del 1916, quando fu innalzato da Gearóid O’Sullivan.

 

Carattere nazionale

Negli anni la bandiera irlandese assunse pian piano un carattere nazionale. La bandiera fu adottata dalla Repubblica d’Irlanda durante la guerra d’indipendenza irlandese (1919-1921). L’uso della bandiera fu continuato dallo Stato libero irlandese (1922-1937) e successivamente fu dato lo status costituzionale sotto la Costituzione dell’Irlanda del 1937, quando la costituzione (Bunreacht na hÉireann) gli diede, appunto, valore costituzionale. Da allora, come un domino inarrestabile, il vessillo sventola sulla residenza del Presidente d’Irlanda (Áras an Uachtaráin), su Leinster House e sulla sede del Parlamento quando è in seduta. Il gonfalone emerge sulle corti irlandesi, sui pennacchi degli edifici pubblici come il GPO, e viene utilizzato per avvolgere le bare di illustre personalità irlandesi.

Oltre alla bandiera irlandese, hai mai sentito parlare della bandiera di San Patrizio?

 

Storia della bandiera irlandese del Sud

Per conoscere la storia e dunque le origini della bandiera irlandese dobbiamo tornare indietro nel tempo. In un passato non troppo remoto, il drappo fu utilizzato nella rivolta della Compagnia denominata ‘E’. Sventolata sopra il GPO di Dublino, l’allora quartier generale dei leader dei rivoltosi. Contrariamente alla bandiera ufficiale, il tricolore della Compagnia ‘E’ fece presa sull’immaginazione pubblica e divenne de facto la bandiera della Repubblica irlandese (1919-22).

Nonostante questo ci vollero anni affinché la bandiera assumesse il ruolo di drappo nazionale dello Stato Libero Irlandese. Ciò accadde soltanto nel 1922. Il periodo successivo, che sta a indicare un nuovo passaggio, è quello dallo Stato Libero all’Éire. Ma perché il vessillo diventi ufficiale anche con il nuovo passaggio occorre attendere almeno dieci anni: era il 1937 e la costituzione sancì, finalmente, il suo valore costituzionale. Da allora, il drappo è rimasto così come la conosciamo attualmente: l’ufficiale bandiera Irlanda.

 

Informazioni e curiosità sulla bandiera Irlanda

Tra le informazioni e le curiosità non possiamo non parlare delle linee guida introdotte dal gabinetto del Primo Ministro. Vere e proprie norme emanate per far fronte a un uso poco consono dell’uso della bandiera irlandese. Una specie di bon ton che riguarda tutti coloro che in qualche modo interagiscono con il vessillo. Ogni cittadino irlandese, nessuno è escluso, in patria o all’estero, è tenuto a rispettare la normativa. Non importa se a scuola oppure in un campo da calcio, durante una manifestazione pubblica o chissà in quale attività che si tenga in un angolo sperduto del mondo. Dunque, il rispetto per il drappo è obbligatorio e vincola qualsiasi utilizzo di esso.

 

Sventolamento della bandiera irlandese

Il Dipartimento ha la responsabilità generale del protocollo per lo sventolamento del gonfalone. Nessun altro stendardo deve sventolare sopra il vessillo nazionale. Il vessillo dell’Unione europea, in occasioni ufficiali, deve essere posizionata sulla sinistra del drappo nazionale. Inoltre, il pezzo di stoffa non deve toccare il suolo. Quando la bandiera irlandese è issata a mezz’asta, occorre considerare i passaggi effettuati prima di collocare il tessuto nella sua posizione conclusiva.

Dapprima, il personale incaricato porta lo stendardo al picco per poi abbassarlo alla posizione di mezz’asta. Sono le circostanze, o occasioni cerimoniali, a decretare come e quando issare o abbassare il drappo. Ne è un esempio il passaggio di una parata e a tutti i presenti è richiesto di stare sull’attenti.

Hai trovato utile questo articolo?
5/524 voti