La bandiera irlandese, tricolore Irlanda

Tutto quello che c’è da sapere sulla bandiera d’Irlanda: origine e significato dei colori del tricolore irlandese verde, bianco e arancione.

Conosciuta in irlandese come “bratach na hÉireann”, la bandiera irlandese si presenta con tre bande verticali di uguali dimensioni. Il verde sventola vicino all’asta, la parte bianca padroneggia il centro, mentre il colore arancione completa il lato esterno.

Un viaggio verso origini, significati e simbologia del tricolore verde, bianco e arancione, che affonda le sue radici nella storia d’Irlanda. Ma anche qualche curiosità e differenza con la bandiera italiana, che differisce soltanto per il colore rosso.

Il significato della bandiera irlandese

Bandiera Irlanda: segreti e retroscena

La bandiera irlandese non fu nient’altro che un regalo da un piccolo gruppo di donne francesi a Thomas Francis Meagher, un nazionalista irlandese leader dei giovani irlandesi. Lo racconta la storia d’Irlanda, che ci riporta indietro all’anno 1848 quando la bandiera Irlanda intendeva simboleggiare l’inclusione tra cattolici e protestanti.

Fu proprio Meagher, il ribelle nato a Waterford e condannato per sedizione, a mostrare in pubblico la futura bandiera d’Irlanda. Ricorreva il 15 aprile quando il giovane presentò il vessillo realizzato con la migliore seta francese: “Confido che il paese non avrebbe mai rifiutato questo simbolo di una nuova vita da uno dei suoi figli più piccoli”. Per il resto c’era ben poco da spiegare sulla bandiera dell’Irlanda: il bianco al centro intendeva in maniera inconfutabile la tregua tra l’arancione e il verde, ovvero tra i protestante e i cattolici.

I colori della bandiera irlandese

  • Verde

    Il verde della bandiera irlandese indica le popolazioni nazionaliste cattoliche. Con questo si intende identificare l’ideologia nazionalista che afferma che gli irlandesi sono una sola nazione. Una “causa” prontamente accolta dal repubblicanesimo irlandese, che tende alla creazione di uno stato irlandese sovrano. Un bisogno cresciuto nel cuore dei repubblicani durante il dominio della Gran Bretagna, sfociato nella secessione di gran parte dell’Isola dal Regno Unito nel 1921.

  • Bianco

    Il bianco indica e consacra la pace ed eroica fratellanza. Il riferimento è ovviamente alle comunità, in lotta, repubblicane e unioniste. Una speranza di pace che, dopo trent’anni di conflitto armato, arriverà molto più tardi con gli accordi di pace del 1998. Incresciosi resteranno alla storia episodi come la Bloody Sunday.

  • Arancione

    L’arancione presente sulla bandiera rappresenta le forze unioniste protestanti. In particolare il riferimento è agli unionisti, ossia coloro che hanno sostenuto l’Unione con la Gran Bretagna. Si tratta per lo più di protestanti che vivono nella zona dell’Ulster e in più generale nelle contee dell’Irlanda del Nord.

La storia della bandiera d’Irlanda

Storia della Bandiera Irlanda

La bandiera irlandese fu utilizzata per la prima volta come simbolo della rivolta della Compagnia denominata “E” e sventolata sopra il General Post Office (GPO) di Dublino, allora quartier generale dei leader dei rivoltosi. Chi fosse questa celebre compagnia ce lo racconta il vessillo, che assunse un significato quasi sacrale. La storia riporta nel 1919 alla guerra d’indipendenza con l’Inghilterra. La compagnia in questione difendeva l’isola e il “tricolore” divenne ben presto l’emblema di lotta. Il coronamento si ebbe quando la bandiera fu sventolata in cima all’ufficio postale di Dublino, durante la Rivolta di Pasqua del 1916, come simbolo di sfida e unità irlandese.

All’epoca, la Compagnia “E” fece breccia sull’immaginazione collettiva e la sua immagine, identificabile in quei colori, rese la bandiera ancora più interessante. Così quella che inizialmente rappresentava un’icona della lotta si sarebbe trasformata ben presto – e con tutta l’ufficialità – nella bandiera della Repubblica d’Irlanda (1919-22).

Il riconoscimento della bandiera irlandese

Il passaggio all’ufficialità della bandiera irlandese fu tutt’altro che indolore. Ci vollero diversi anni affinché la bandiera irlandese assumesse quel ruolo di primo piano riservato ai drappi ufficiali. In ogni occasione ufficiale in cui si incontrano due o più paesi sfilano sempre le bandiere ad annunciare la nazionalità dei protagonisti.

Così la funzione della bandiera dell’Irlanda, assunta durante la guerra d’indipendenza (1919-1921), finì con il consacrarla a vessillo ufficiale. Nel 1922 fu finalmente adottata e la fiducia in quel simbolo si ripeté negli anni in cui governò lo Stato libero irlandese (1922-1937). Successivamente, ci fu un ulteriore sviluppo nel 1937, con lo status costituzionale tramite l’investitura della costituzione (Bunreacht na hÉireann).

La prima volta della bandiera d’Irlanda

La bandiera d’Irlanda, il tricolore, sventolò per la prima volta a Waterford il 7 marzo 1848, grazie al patriota Thomas Francis Meagher. Dopo un mese venne presentato ai cittadini irlandesi una versione realizzata in seta francese.

“Confido che il vecchio paese (L’Irlanda) non rifiuterà questo simbolo di una nuova vita da uno dei suoi figli più piccoli. Non ho bisogno di spiegarne il significato. L’intelletto veloce e appassionato della generazione che ora balza tra le braccia lo catturerà a colpo d’occhio. Il bianco al centro significa una tregua duratura tra il colore “arancione” e il “verde” e confido che sotto le sue pieghe, le mani del protestante e del cattolico possano essere strette in una generosa ed eroica fratellanza”, dichiarò Meagher.

Coinvolto nella ribellione l’uomo fu arrestato e accusato di alto tradimento. Il 16 luglio, poco prima del processo, tenne un discorso a Slievenamon, nella contea di Tipperary, davanti a 50 mila persone. Meagher mantenne la promessa e rivolgendosi al liberatore Daniel O’Connell disse: “Lui predicava una causa che siamo tenuti a vedere. Potrei anche non riuscire a vedere quello per cui ho lavorato. Sono vecchio, il mio braccio è appassito, nessun epitaffio di vittoria può segnare la mia tomba ma vedo una giovane generazione con sangue più rosso nelle vene e faranno il proprio dovere. Quindi ambisco ad addobbare queste colline con la bandiera del mio Paese”.

La bandiera irlandese riuscì fin dal 1848 a ispirare generazioni di irlandesi. Sebbene la bandiera abbia visto la luce soltanto quando fu innalzata sopra il General Post Office nel 1916, il suo simbolismo era così toccante che il messaggio intrinseco in sé prevalse. Il tricolore fu infine riconosciuto come bandiera nazionale dell’Irlanda nel 1937.

Le rigide regole sulla bandiera d’Irlanda

Esiste un protocollo che norma l’utilizzo della bandiera d’Irlanda, un simbolo per il Paese della Guinness e San Patrizio. Alcune linee guida sono state riviste anche dal gabinetto del Primo Ministro, per spiegare un uso poco consono del drappo. Una sorta di bon ton da rispettare in omaggio a uno dei più importanti simboli dell’isola d’Irlanda. L’appello è rivolto sicuramente agli irlandesi in patria ma soprattutto a coloro che vivono all’estero: “Ogni cittadino di origine irlandese, in patria o all’estero, è tenuto a comportarsi in un certo modo ovunque si trovi. Sia a scuola sia sugli spalti di un campo da calcio sia durante una manifestazione pubblica occorre rispettare la bandiera irlandese”.

  • Sventolamento: Nessun altro stendardo deve sventolare sopra la bandiera irlandese.
  • Posizionamento in presenza del vessillo dell’Unione Europea: Nelle occasioni ufficiali, la bandiera europea deve essere posizionata sulla sinistra della bandiera irlandese.
  • La bandiera irlandese non deve mai toccare terra: La porzione di stoffa della bandiera irlandese non deve per nessuna ragione toccare il suolo.
  • Come e quando issarla: Quando la bandiera irlandese è issata a mezz’asta occorre considerare i passaggi effettuati prima di collocare il tessuto nella sua posizione conclusiva. Dapprima, il rituale prevede che il personale incaricato porti lo stendardo al picco per poi abbassarlo alla posizione di mezz’asta. Sono le circostanze, o occasioni cerimoniali, a decretare come e quando issare o abbassare il drappo. Ne è un esempio il passaggio di una parata dove a tutti i presenti è richiesto di stare rigorosamente sull’attenti.
  • SCARICA IL REGOLAMENTO: Consulta il documento “The National Flag”, rilasciato in via ufficiale dal governo irlandese, relativo alle norme che regolano l’utilizzo della bandiera dell’Irlanda.

Drappi simili alla bandiera irlandese

Regole bandiera Irlanda

Molto spesso la bandiera irlandese viene confusa erroneamente con quella della Costa D’Avorio. L’apparenza inganna, infatti, considerando che il vessillo del Paese africano presenta gli stessi colori, seppur con differenti tonalità, a parti invertite: ovverosia sono invertiti il verde con l’arancione. La differenza tra la bandiera italiana e il tricolore irlandese, invece, è da ricercare in un colore. Il tricolore italiano rischia anch’esso di essere confuso con il mitico tricolore irlandese: l’unica eccezione è l’arancione al posto del rosso.