Rebecca West, pseudonimo di Cicely Isabel Fairfield (Londra, 21 dicembre 1892 – Woking, 15 marzo 1983), è stata una scrittrice britannica, di origini scozzesi e irlandesi. Conosciuta per i suoi romanzi, articoli di giornalismo, interventi di critica letteraria e i suoi romanzi di viaggio.

Considerata autrice prolifica e attenta osservatrice del suo tempo. Nella sua opera Rebecca West ha toccato diversi generi letterari. Scrisse recensioni letterarie per il Times, per il New York Herald Tribune, il Sunday Telegraph e il New Republic; fu inoltre corrispondente per The Bookman.



L’opera, forse, più importante di Rebecca West fu Black Lamb and Grey Falcon (1941), pubblicata solo in parte in Italia, con il titolo “Viaggio in Croazia”. La vecchia Serbia e Viaggio in Bosnia ed Erzegovina. Un ricco ed elaborato diario di viaggio nel quale l’autrice narra la storia e la cultura della Jugoslavia. La donna visitò il paese nel 1934.

Rebecca West, biografia

Le altre opere di spicco dell’autrice inglese Rebecca West, gran parte delle quali non edite in Italia, comprendono: A Train of Powder (1955); il suo personale reportage relativo ai Processi di Norimberga, originariamente pubblicato nel The New Yorker; The Meaning of Treason, e più tardi The New Meaning of Treason, uno studio composito sulla Seconda guerra mondiale e quelli che vennero definiti “tradimenti” nell’Unione Sovietica.

The Return of the Soldier (Il ritorno del soldato), un romanzo modernista sulla Prima Guerra mondiale e “Aubrey thrilogy” (La famiglia Aubrey) una raccolta di tre romanzi autobiografici: The Fountain Overflows, This Real Night, e Cousin Rosamund. Nel 1947 la rivista Time definì Rebecca West “indiscutibilmente la scrittrice numero uno al mondo”.

Acquista i libri di Rebecca West

Direttamente online potrai acquistare i libri di Rebecca West: fallo subito.

Scrittori irlandesi

C’è un lungo elenco di scrittori natii d’Irlanda. Alcuni hanno influenzato il Secolo, veri e propri personaggi irlandesi, altri contribuito a diffondere la cultura irlandese e le proprie idee. Tra loro si sono distinti particolarmente William Butler Yeats, considerato il poeta nazionale irlandese. In questa élite ci sono George B. Shaw, l’amato James Joyce, i nobel Samuel BeckettSeamus Heaney. Segnaliamo la popolarità di Oscar Wilde , del papà di Dracula Bram Stoker, di Clive Staples Lewis con le sue cronache di Narnia. Jonathan Swift, coi suoi viaggi di Gulliver; John M. Synge e Lady Isabella, Patrick Kavanagh, più recente Roddy Doyle.

Senza nulla togliere, e ci mancherebbe, ad Antoine Hamilton, come del resto Brendan Behan o Cecil Day Lewis e Charles R. Maturin. In questo interminabile elenco c’è Edna O’Brien, Edward Dunsany, ed Elizabeth Bowen. Gli irlandesi Flann O’BrienFrank O’Connor, George BerkeleyGeorge Farquhar, George MooreGerald Durrell. Continuiamo con Iris MurdochJames Hanley e John DenhamJoseph O’Connor, fratello della famosa cantante. Joyce CaryLawrence G. Durrell al pari di Liam O’FlahertyLouis Mac NeiceMorr O’Dalaigh, Oliver Goldsmith e Rebecca West. A chiudere l’elenco  ci sono Richard Sheridan,  Richard Steele, Sean O’Casey, Sean O’Faolain e Thomas De Vere. E ancora Thomas KinsellaMayne Raid, Thomas MooreThomas Parnell.

Hai trovato utile questo articolo?
5/54 voti