Si legge festa di San Patrizio e si traduce St Patrick’s Day: il 17 marzo è l’appuntamento annuale più importante d’Irlanda, omaggio al Santo Patrono.

La Nazione si ferma: Dublino e le altre città irlandesi festeggiando sorseggiando birra e indossando abiti color verde. Nel giorno della morte del Santo, parate colorate si susseguono a sessioni di musica Live. Un avvenimento speciale, unico, goliardico, che andrebbe vissuto almeno una volta nella vita.

Spesso incanalato nei cosiddetti stereotipi, il St Patrick’s Day è un misto di divertimento, raccoglimento e comunione. Si sta insieme, si condivide, si partecipa. Una festa pagana quanto religiosa che esulta una figura cristiana con sessioni di preghiera e aspetti ludici nei pub di tutto il paese. Se da un lato esplodono i festeggiamenti, dall’altro le chiese ripercorrono i luoghi e gli itinerari che hanno portato Patrizio verso la santità.

In questa giornata, il St Patrick’s Day supera i confini nazionali e coinvolge l’America e il resto del mondo. A New York si tiene un’importante parata che registra massiccia partecipazione. Gli emigranti irlandesi negli States sono più vicini che mai alla madrepatria. Per questo il Taoiseach, ovvero il primo ministro irlandese, si reca a Washington per offrire al presidente degli Stati Uniti, immersi in una coppa di cristallo di Waterford, il trifoglio irlandese. L’inquilino della Casa Bianca a sua volta, onorato, non manca di ricordare il sangue irlandese che scorre nelle sue vene.

La festa di San Patrizio

Il 17 marzo la festa nazionale presenta forti connotati di matrice cristiana, un vero e proprio omaggio a un uomo che con la sua evangelizzazione è divenuto Santo Patrono d’Irlanda. Al tempo vescovo, San Patrizio fu protagonista di un’inaspettata conversione che lo portò a convertire una popolazione pagana. La St Patrick’s Cathedral a Dublino è una delle testimonianza di quanto sia importante l’aspetto religioso nella festa del St Patrick’s Day.

Che siano i festaioli a imporsi alle funzioni liturgiche, la vera forza del St Patrick’s Day la si può misurare con la partecipazione di massa. In migliaia presenziano la parata a Dublino e altrettante persone si riversano nelle parate minori. Tutti sono coinvolti, soprattutto le scuole che lavorano durante l’anno per estrapolare progetti tematici destinati alla ricorrenza. Carri e i figuranti sono soltanto l’emblema di tanto lavoro dietro le quinte.

Quando e perché si festeggia il St Patrick’s Day?

St Patrick's Day

Ce lo siamo chiesti spesso e il più delle volte non siamo riusciti a darci una risposta. Per questo abbiamo dovuto fare una ricerca più approfondita per comprendere i veri motivi che si celano dietro il St Patrick’s Day. Lo abbiamo già detto qualche paragrafo fa tra le righe e lo ricordiamo ancora. La festa di San Patrizio coincide con la morte del Santo, avvenuta il 17 marzo 461. Mistero svelato e ora non avrete più scusanti.

A Dublino la festa di San Patrizio raggiunge il clou. Ogni anno, le celebrazioni interessano migliaia di persone. Più di 500 mila assistono alla tradizionale parata del St Patrick’s Day che da Parnell Square si snoda lungo Dame Street fino a estendersi alla Cattedrale di San Patrizio. Il resto sono un elenco interminabile di eventi religiosi, concerti di musica e danze celtiche, caccia al tesoro, incontri culturali, mostre ed esposizioni di vari generi. C’è un’intera città in fermento che scalpita e che vive i giorni più importanti del calendario irlandese.

Dublin parade, la parata a Dublino

Come abbiamo già detto, la parata è una tradizione che accoumna tutti gli irlandesi con il St Patrick’s Day. Dublino in questa giornata cambia completamente faccia ed esalta carri tematici, migliaia di figuranti e bande provenienti da ogni dove. Partecipare all’evento è qualcosa di unico e non impossibile. C’è da qualche anno la possibilità di sfilare come figurante attraverso una selezione che avviene con diversi mesi di anticipo. Un’opportunità per vivere da dentro la grande festa del Saint Patrick’s Day.

Dove festeggiare St Patrick’s Day in Irlanda

San Patrizio a Dublino

Non c’è soltanto Dublino, ovviamente. L’Irlanda vanta numerosi appuntamenti importanti che rendono questo giorno così speciale. Il St Patrick’s Day è l’unica festa in grado di accogliere tutti gli emigranti irlandesi che sono all’estero e di farli marciare, in file serrate e con le fanfare in testa al corteo, per riaffermare l’identità nazionale che da sempre li contraddistingue. Appuntamenti si susseguono a Cork, dove il St. Patrick’s Day prevede la parata interessa le strade principali cittadine. Wexford non è da meno, visto che detiene il primato di aver ospitato nel 1917 la più antica parata del St Patrick’s Day. Stesso discorso si ripete a Belfast, con una vivace parata di carnevale e un concerto all’aperto gratuito. Sempre restando in Irlanda del Nord, a Londonderry le celebrazioni riguardano la settimana della lingua irlandese mentre ad Armagh i festeggiamenti sono inevitabili.

Eventi di San Patrizio in Italia

Spiegare come il St Patrick’s Day sia rimbalzato dagli Usa all’Asia, passando per Europa, Africa e Oceania sarebbe alquanto difficile. Eppure, San Patrizio è una delle iniziative che ha avuto maggiore successo anche nel nostro Paese. L’Italia, infatti, festeggia la ricorrenza con numerosi festival a base di musica e gastronomia made in Ireland. Ogni anno gli appuntamenti si moltiplicano e coinvolgono gli irish pub e intere cittadine italiane.

St. Patrick’s Day a New York

St Patricks Day a New York

San Patrizio è patrono di New York, dunque, va da sé che la parata newyorchese è tra le maggiori feste mondiali. A sfilare ci sono statunitensi e tantissimi emigrati irlandesi che da una vita si sono trasferiti negli States. Tra loro e l’Irlanda c’è un legame profondo che trova radici nel Saint Patrick’s Day. Le prime manifestazioni, infatti, furono organizzate proprio negli Stati Uniti per nostalgia di casa. Un po’ come accade per gli italiani che vivono all’estero, allo stesso modo gli emigranti d’Irlanda hanno mantenuto sempre un forte legame con le origini.

Permetteteci una retrospezione. Nel 1960 lo stato americano riconobbe, alla città di New York, che il quarantadue per cento dei posti di lavoro all’interno delle forze dell’ordine erano ricoperti da persone di origine irlandese. Ciò spiegherebbe perché i primi a organizzare i St Patrick’s Day negli Usa furono proprio le forze dell’ordine locali. Iniziato come una semplice commemorazione, la festa ha assunto connotati internazionali. Nella Grande Mela, il 17 marzo, lungo la 5th Avenue, va in scena una delle più grandi e antiche parate del St Patricks Day. Migliaia di persone partecipano, ovviamente scegliendo gli abiti giusti, sfilando dietro bande musicali e carri allegorici.

Festeggiamenti nel mondo

Non potremmo citare tutte le grandi città del mondo, sappiate però che i festeggiamenti non hanno confini. A Montreal, in Canada, la parata del St Patrick’s Day risale, addirittura, al 1824 e vanta di essere la più lunga sfilata canadese. Gli eventi si susseguono a Chicago dove, nel giorno del Santo, l’acqua del fiume è colorata di verde con pigmenti naturali come omaggio all’Irlanda. Anche Boston così come Buenos Aires e Toronto si inchinano al Santo vescovo irlandese, capace di evangelizzare in terra straniera addomesticando popoli di altra cultura.

Storia del St Patrick's Day

Forse l’aspetto più interessante del St. Patrick’s Day è svelato da una storia così travolgente e inaspettata, da non riuscire a spiegare il carattere mondiale della festa. Tutto è cominciato con una nostalgica parata a New York City, storie di emigrati irlandesi in America che desideravano riunirsi spiritualmente con la madrepatria. Quel lontano 17 marzo 1762, ben quattordici anni prima della Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America, qualcosa è cambiato. Gli States e l’Irlanda si sono avvicinati sempre più.

10 cose da sapere su St. Patrick

Una guida definitiva offre sempre almeno dieci curiosità e altro da sapere sul conto di San Patrizio, del St Patrick’s Day e delle bevande alcooliche e non che troverete in ogni festa. Così abbiamo voluto raccogliere una serie di notizie che attireranno la vostra attenzione. Scoprirete che il colore preferito dal vescovo era il blu e che non tutti i componenti degli U2 sono nati sull’isola. Altro non possiamo svelare.

Le ricette di San Patrizio

In occasione del St Patrick’s Day è usanza sedersi a tavola e degustare piatti tipici della tradizione irlandese. La pietanza più richiesta è senz’altro il “Roast Dinner”, composta da carne di manzo bollita, patate arrostite, piselli e carote bollite. Ad accompagnare il ricco piatto c’è il pane, conosciuto col nome di Soda Bread, a cui dovrete aggiungere il “Crisp Sandwich”, ovvero uno strato di patate croccanti dentro due fette di pane. Sazi, con un posticino ancora libero nello stomaco, dovrete aggiungere una Apple Tart, ossia una torta di mele locale. Al cibo accompagnate delle bevande altrettanto tipiche. Dak sidro alla birra, l’importante è che siano prodotti in Irlanda.

Truccarsi a St Patrick's Day

Sembra l’aspetto più inutile della festa, perché sarete convinti che l’argomento riguardi soltanto il gentil sesso, e invece vi sbagliate e di molto. Come vestirsi, come truccarsi e come decorare le proprie unghie sono argomenti piuttosto impegnativi quando si ha a che fare con il St Patricks Day. Il colore verde sarà pur predominante, ma le varianti contano e come. Probabilmente dovrete utilizzare tantissime colorazioni proprio per far risaltare quello che sembra essere il colore ufficiale dei festeggiamenti. Fatevi belle, fatevi belli, in questa giornata avrete modo di partecipare a un grande e meraviglioso evento.

Approfondimenti

Storia di San Patrizio

Per comprendere il St Patrick’s Day è necessario accostarsi alla figura dell’evangelizzatore. Vissuto tra il 385 e il 461, diacono dopo essersi liberato dai pirati irlandesi: Patrizio apparteneva a una famiglia nobile romana. Era figlio di Calphurnius e Conchessa. Il suo vero nome era Maewyn Succat. Si tratta di una figura, ancora oggi, fondamentale per l’evangelizzazione delle isole britanniche. Siamo in Scozia nel IV secolo. L’uomo diventato Santo è rapito a 16 anni e portato in Irlanda come schiavo. Qui il futuro patrono d’Irlanda apprende la lingua gaelica e la religione celtica. Dopo sei anni di lavori forzati, il religioso riesce a fuggire con l’intenzione di tornare a casa. Divenuto missionario, però, decide di diffondere il Cristianesimo in Irlanda.

Simboli del St Patrick's Day

I simboli del St. Patrick’s Day conducono a leggende vere o verosimili e aneddoti sulla figura di San Patrizio. La sua predicazione, divenuta antidoto alle tradizioni celtiche pagane, assume imprese epiche. Come quella che recita la spiegazione della Trinità avvenuta attraverso uno dei simboli, attuali, dell’isola e della festa. Il trifoglio irlandese: tre foglie in un unico stelo con il quale il prelato spiegò il concetto di Trinità. E non finisce qui, anche il pozzo magico, la benedizione del viaggiatore sono chicche tutte da scoprire.

I luoghi di San Patrizio

Abbiamo ripercorso i luoghi visitati da San Patrizio durante la sua opera di evangelizzazione cercando di tracciare una sorta di itinerario che lo portò alla conversione. Il vescovo è stato un grande viaggiatore, capace di ammaestrare le popolazioni e di fare da guida illuminante. In ogni posto da lui raggiunto c’è un miracolo o una storia da raccontare. Le sue doti da oratore hanno fatto breccia nel cuore degli irlandesi, tanto che i luoghi a lui cari sono stati conservati nel tempo come un tesoro da non disperdere.

Global Greening

Il mondo si tinge di verde per San Patrizio!

Palazzo della Loggia, St Patricks Day

Il Global greening è un’iniziativa globale che investe l’Irlanda quanto il resto del mondo durante i festeggiamenti del St Patrick’s Day. Nella notte tra il 16 e il 17 marzo, monumenti storici di città di tutto il pianeta si illuminano di verde. Succede alla Basilica del Sacro Cuore, nel quartiere di Montmartre a Parigi, al Ponte pedonale a Nashville, all’hotel Jumeirah Etihad Towers ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi. Aderisce al progetto il Comune di Monaco, la statua del Cristo Re a Lisbona, il Cristo Redentore di Rio de Janeiro, per non citare le piramidi e la Sfinge di Giza in Egitto. L’Italia omaggia San Patrizio illuminando numerosi monumenti.