Si legge festa di San Patrizio e si traduce St Patrick’s Day: è l’appuntamento annuale della più grande festa irlandese. Il giorno in cui la Nazione si ferma: il 17 marzo a Dublino, nelle città irlandesi e nel resto del mondo tutti festeggiando sorseggiando birra scura e indossando qualcosa di verde. Ricorre il giorno del Santo, ovvero il giorno della sua morte. Parte colorate, dove naturalmente il verde è dominante, sessioni di musica live, e alcool sono gli ingredienti per rendere speciale l’avvenimento. Un momento unico, goliardico, almeno una volta nella vita da vivere in Irlanda.

Spesso incanalato nei cosiddetti stereotipi, il St Patrick’s Day è un misto di divertimento, raccoglimento e comunione. Si sta insieme, si condivide, si partecipa. Una festa ‘pagana’ che esulta una figura cristiana con sessioni di preghiera. C’è di tutto e di più. Se da un lato esplodono i festeggiamenti nelle strade cittadine e nei pub, dall’altro le chiese ripercorrono gli itinerari che hanno portato Patrizio alla santità. Due mondi, due modi di concepire la vita, che si uniscono nella figura del vescovo irlandese capace di spiegare la trinità utilizzando un semplice trifoglio.

Ci teniamo a ricordare che Patrizio non era irlandese e anche il St Patrick’s Day trae origini fuori dai confini nazionali. Tutto è cominciato da gruppi di emigranti in America e nel resto del mondo. La loro nostalgia dell’isola sfociò in una parata tradizionale. A New York, la ricorrenza è una tradizione consolidata e la massiccia partecipazione alle sfilate dimostra quale sia il legame con la madrepatria. In questo giorno Irlanda e Usa sono vicine più che mai. Non è un caso che, come impone la tradizione, il Taoiseach (tradotto: il primo ministro irlandese) si rechi a Washington per offrire una coppa di cristallo di Waterford colma di trifoglio irlandese al presidente degli Stati Uniti. L’inquilino della Casa Bianca a sua volta, onorato, non manca mai di ricordare che nelle sue vene scorre anche sangue irlandese.

St Patrick’s Day: la più grande festa nazionale irlandese

St Patrick's Day

Il 17 marzo è festa nazionale nella Repubblica. Un avvenimento di forte matrice cristiana che omaggia San Patrizio Patrono d’Irlanda. Oltre agli eventi colorati, di cui abbiano già accennato qualcosa, si commemora l’arrivo del cristianesimo in Irlanda. Per capire le origini del St Patrick’s Day, occorre fare un passo indietro e tornare al quinto secolo dopo Cristo. Patrizio, al tempo vescovo, fu protagonista di una inaspettata conversione. Un percorso spirituale così importante, e complesso, che invitiamo a conoscere piano piano. Magari visitando la St Patrick’s Cathedral a Dublino.

Ovviamente, l’aspetto religioso si intreccia con quello festaiolo. La vera forza del St Patrick’s Day si misura con la partecipazione in massa. In migliaia presenziano la parata di Dublino e le parate minori. Tutti sono coinvolti a vario titolo. Si inizia fin da piccoli, con le scuole che annualmente decidono il tema della festa. Un filo logico che influenzerà la sfilata, i carri e i figuranti.

Quando è St Patrick’s Day?

Spesso ci chiediamo: “Quando si festeggia San Patrizio in Irlanda?”. Nell’isola e nel mondo viene celebrato il 17 marzo. Una data che coincide con la sua morte avvenuta il 17 marzo del 461. Questo spiega il motivo della festa di San Patrizio.

Scopri la festa vicino casa tua!

Cerca il tuo luogo ideale per trascorrere il 17 marzo.

San Patrizio

Da uomo a Santo Patrono d’Irlanda

Storia di San Patrizio

Per comprendere il St Patrick’s Day è necessario accostarsi alla figura dell’evangelizzatore. Vissuto tra il 385 e il 461, diacono dopo essersi liberato dai pirati irlandesi: Patrizio apparteneva a una famiglia nobile romana. Era figlio di Calphurnius e Conchessa. Il suo vero nome era Maewyn Succat. Si tratta di una figura, ancora oggi, fondamentale per l’evangelizzazione delle isole britanniche.

Siamo in Scozia nel IV secolo. L’uomo diventato Santo è rapito a 16 anni e portato in Irlanda come schiavo. Qui il futuro patrono d’Irlanda apprende la lingua gaelica e la religione celtica. Dopo sei anni di lavori forzati, il religioso riesce a fuggire con l’intenzione di tornare a casa. Divenuto missionario, però, decide di diffondere il Cristianesimo in Irlanda. La sua predicazione diviene da subito antidoto alle tradizioni celtiche pagane. Il resto lo raccontano leggende e narrazioni. Alcune sue imprese sono epiche. Come quella che recita la spiegazione della Trinità avvenuta attraverso uno dei simboli dell’isola e della festa. Il trifoglio irlandese: tre foglie in un unico stelo.

St Patrick’s Day: New York

St Patricks Day a New York

San Patrizio è patrono di New York. Come abbiamo anticipato poc’anzi, gli irlandesi emigrati in America vivono la ricorrenza come un richiamo primordiale. Un legame profondo che riconduce alle origini del Saint Patrick’s Day. Le prime manifestazioni furono organizzate da loro negli States. Un modo per celebrare l’Irlanda pur stando lontani da casa. Non è un concetto difficile da comprendere. Anche gli italiani che sono in America hanno un legame speciale con la madrepatria.

Permettete un’analessi. Nel 1960 lo stato americano riconobbe, nella città di New York, che il quarantadue per cento dei posti di lavoro all’interno delle forze dell’ordine erano ricoperti da persone di origine irlandese. Ciò spiegherebbe perché i primi a organizzare i St Patrick’s Day negli Usa furono le forze dell’ordine locali. Iniziato per commemorazione, la festa prese piede fino a trasformazioni in un evento internazionale. Nella Grande Mela, il 17 marzo, va in scena una delle più grandi e antiche parate del St Patricks Day lungo la 5th Avenue. Migliaia di persone partecipano e tutte rigorosamente si accordano sul verde. Bande musicali, carri allegorici e birra fanno il resto.

A Montreal, in Canada, la parata del St Patrick’s Day risale al 1824 e vanta di essere la più lunga parata canadese. Altre città non sono da meno. Segnaliamo grandi eventi a Boston, Buenos Aires, Montreal e Toronto. Non ultima Chicago che, addirittura, colora di verde il fiume che l’attraversa.

Per saperne di più visita il sito ufficiale della parata newyorchese!

St Patrick’s Day in Irlanda

Un 17 marzo indimenticabile!

Spiegare come il fenomeno sia rimbalzato dagli Usa all’Asia, passando per Europa e Africa e Oceania non sta a noi. Eppure, la festa di San Patrizio è una delle feste che coinvolgono il mondo intero. Ogni anno, l’evento acquisisce fama e interesse da parte di persone che non hanno alcun legame con l’Irlanda. Un interesse collettivo che cresce anche nel nostro paese. Non togliendo nulla agli altri, l’Irlanda vanta gli appuntamenti più importanti del St Patrick’s Day.

Nei giorni fatidici in tanti tornano a casa per marciare, in file serrate, fanfare in testa e per riaffermare quell’identità nazionale che da sempre li contraddistingue. A Derry-Londonderry si celebra la settimana della lingua irlandese. Nella contea di Armagh il legame con il St Patrick’s Day resta stretto e intenso. Qui il vescovo fondò una delle sue chiese. Se invece volete fare un passo indietro al 1917, sappiate che la più antica parata si tiene nella contea di Wexford. Limerick dedica una serie di eventi speciali durante la settimana clou mentre Cork omaggia il Santo con un’incantevole parata. La festa passa per il centro cittadino e si snoda attraversando South Mall, Grand Parade, St. Patrick’s Street e Merchant’s Quay. Cibo, bevande, balli acrobatici e il Cork Circus per i bambini, costituiscono le attrazioni più classiche.

San Patrizio a Dublino

La guida definitiva!

San Patrizio a Dublino

A Dublino si radunano più di 500 mila persone. Alla tradizionale parata del St Patrick’s Day, che da Parnell Square si snoda lungo Dame Street fino a estendersi alla Cattedrale di San Patrizio, si tengono concerti, danze celtiche, caccia al tesoro, incontri culturali appositamente organizzati per la festività.

Global Greening

Il mondo diventa verde!

Palazzo della Loggia, St Patricks Day

Il Global greening è un’iniziativa che si svolge in Irlanda e nel resto del mondo durante il St Patrick’s Day. Nella notte tra il 16 e il 17 marzo, monumenti storici si illuminano di verde. Succede alla Basilica del Sacro Cuore, nel quartiere di Montmartre a Parigi, al Ponte pedonale a Nashville, all’hotel Jumeirah Etihad Towers ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi. Aderisce al progetto il Comune di Monaco, la statua del Cristo Re a Lisbona, il Cristo Redentore di Rio de Janeiro, per non citare le piramidi e la Sfinge di Giza in Egitto. Anche dei monumenti italiani alla vigilia del St Patrick’s Day omaggiano San Patrizio.

Le ricette per il St. Patricks Day

In occasione del St Patrick’s Day è usanza sedersi a tavola e degustare piatti tipici della tradizione irlandese. Il più gettonato è senz’altro il “Roast Dinner”, composto da carne di manzo bollita, patate arrostite, piselli e carote bollite. Ad accompagnare la pietanza non deve mancare il pane, conosciuto col nome di Soda Bread. Il “Crisp Sandwich” è molto apprezzato, uno strato di patate croccanti dentro due fette di pane, per non parlare della Apple Tart, torta di mele locale. Tra le bevande segnaliamo il sidro e la birra. Ovviamente, la più conosciuta è la Guinness, ma assicuriamo che potrete trovarne svariate.

Ecco come truccarsi a St Patrick's Day

Non crediate che l’argomento interessi soltanto alle donne: il trucco e le unghie fanno parte dell’immaginario collettivo a cui dobbiamo aggiungere la forte ascesa dei gadget. E sì, per partecipare al St Patrick’s Day significa ricorrere al trucco perfetto e delle unghie decorate da fare invidia. Il colore verde sarà sempre predominante, anche se variare con delle sfumature colorate non può che farvi apparire più belle, o più belli. Non resta che provare per credere!

Hai trovato utile questo articolo?
4.9/547 voti