Il St Patrick’s Day è la festa più importante d’Irlanda, omaggio al Santo Patrono San Patrizio che ogni anno è ricordato nel giorno 17 marzo.

In questo giorno l’Irlanda si ferma: Dublino e le altre città irlandesi festeggiando sorseggiando birra e indossando abiti color verde. Nel giorno della morte di San Patrizio, parate colorate si susseguono a sessioni di musica Live. Un avvenimento speciale, unico, goliardico, che consigliamo di vivere almeno una volta nella vita.

Spesso incanalato nei cosiddetti stereotipi, il St Patrick’s Day è un misto di divertimento, raccoglimento e comunione. Si sta insieme, si condivide, si partecipa. Una festa pagana quanto religiosa che esulta una figura cristiana con sessioni di preghiera e aspetti ludici nei pub di tutto il paese. Se da un lato esplodono i festeggiamenti, dall’altro le chiese ripercorrono i luoghi e gli itinerari che hanno portato Patrizio verso la santità.

In questa giornata il St Patrick’s Day supera i confini nazionali e coinvolge gli Stati Uniti e il resto del mondo. A New York si tiene un’importante parata che registra una massiccia partecipazione. Gli emigranti irlandesi negli States sono più vicini che mai alla madrepatria. Per questo il Taoiseach, ovvero il primo ministro irlandese, si reca a Washington per offrire al presidente degli Stati Uniti, immersi in una coppa di cristallo di Waterford, il trifoglio irlandese. L’inquilino della Casa Bianca a sua volta, onorato, non manca di ricordare il sangue irlandese che scorre nelle sue vene.


La festa di San Patrizio

La guida definitiva della festa

Il 17 marzo è festa nazionale in Irlanda e la ricorrenza trasuda di connotati di matrice cristiana: un vero e proprio omaggio a un uomo che con la sua evangelizzazione è divenuto Santo Patrono d’Irlanda. Al tempo vescovo, San Patrizio fu protagonista di un’inaspettata conversione che lo portò a convertire una popolazione pagana. La St Patrick’s Cathedral a Dublino è una delle testimonianza di quanto sia importante l’aspetto religioso nella festa del St Patrick’s Day.

Che siano i festaioli a imporsi alle funzioni liturgiche, la vera forza del St Patrick’s Day la si può misurare con la partecipazione di massa. In migliaia presenziano alla parata a Dublino e altrettante persone si riversano nelle parate minori. Tutti sono coinvolti, in primis gli studenti delle scuole che lavorano durante l’anno per estrapolare progetti tematici destinati alla ricorrenza. Carri e i figuranti sono soltanto l’emblema di tanto lavoro dietro le quinte.


La storia, quando e perché si festeggia

St Patrick's Day, festa del St. Patrick’s Day

Ce lo siamo chiesti spesso e il più delle volte non siamo riusciti a darci una risposta. Per questo abbiamo dovuto fare una ricerca più approfondita per comprendere i veri motivi che si celano dietro il St Patrick’s Day. Lo abbiamo già detto qualche paragrafo fa tra le righe e lo ricordiamo ancora. La festa di San Patrizio coincide con la morte del Santo, avvenuta il 17 marzo 461. Mistero svelato e ora non avrete più scusanti.

Storia del St Patrick's Day

E forse l’aspetto più interessante del St. Patrick’s Day è svelato da una storia così travolgente e inaspettata, da non riuscire a spiegare il carattere mondiale della festa. Tutto è cominciato con una nostalgica parata a New York City, storie di emigrati irlandesi nella Grande America che desideravano riunirsi spiritualmente con la madrepatria. Quel lontano 17 marzo 1762, ben quattordici anni prima della Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America, qualcosa è cambiato. Gli States e l’Irlanda si sono avvicinati sempre più.