Cliffs of Moher

Le più celebri scogliere d’Irlanda, note come Cliffs of Moher o scogliere di Moher, si estendono imponenti e a picco sul mare tra Hag’s Head e la O’Brien Tower del 1853.

Per ammirare questa bellezza della natura dovrete raggiungere il villaggio di Doolin sulla costa occidentale della Contea di Clare.

Da sempre, meta turistica per eccellenza, le Cliffs of Moher sono conosciute in tutto il mondo e sono tra i luoghi da non perdere dell’isola.

Il punto più alto delle scogliere d’Irlanda, che sono lunghe circa otto chilometri, raggiunge i 217 metri d’altezza sull’Oceano Atlantico, mentre la propaggine più meridionale, “Hag’s Head” (tradotto in “Capo della Strega”) sprofonda fino a 120 metri. Con il clima favorevole la vostra vista potrebbe spaziare fino alle Aran Islands, ai monti del Kerry e al Connemara.

 

Indice

 

Cosa vedere alle Cliffs of Moher

Tra le cose da vedere una volta arrivati sulle Scogliere d’Irlanda ci sono:

  • La O’Brien’s Tower, situata al centro di uno degli speroni rocciosi, è una torre circolare in pietra. È stata realizzata su due piani come osservatorio. Dalla torre si possono osservare le Aran, la baia di Galway e le montagne Maumturk situate nel Connemara. All’interno della torre è ospitato un negozietto di souvenir, dove è possibile acquistare cannocchiali.
  • Breanan Mór è il piccolo sperone roccioso a punta isolato dal resto delle scogliere di Moher. Con ogni probabilità, è derivato dal risultato del crollo di una delle pareti adiacenti. Si trova davanti alla falesia sulla quale è stata costruita la O’Brien’s Tower, è alto circa 70 metri e spesso avvicinato dalle barche turistiche che partono da Doolin.
  • Le Giant’s Cave sono una serie di grotte marine scavate dal mare all’interno di varie falesie. Tra loro spicca la “Grotta del Gigante”, conosciuta con il nome di Giant’s Cave appunto, un’impressionante cavità alta circa 100 metri, molto più delle altre, e ben visibile dalla torre.
  • Worm trail: camminando dal centro visitatori delle Cliffs of Moher fino al punto panoramico è possibile notare delle lastre di pietra molto piatte che costeggiano il sentiero. I segni che le caratterizzano, a forma di serpentina, sono tracce del passaggio di alcuni animali invertebrati di 320 milioni di anni fa. Specie ora estinte alla ricerca di cibo, in quello che a quel tempo era fango. A poche centinaia di metri, su un vasto tavolato di arenaria sporgente, per cui abbastanza pericoloso, ci sono forme nere di circa 2 cm, ovvero fossili di Goniatitida, un gruppo animale sottomarino che a quel tempo nuotavano nell’Oceano.

 

Centro turistico delle Scogliere di Moher

Le scogliere d’Irlanda sono visitabili dai turisti sia dalla cima che dal mare: in quest’ultimo caso è possibile noleggiare una nave turistica che parte regolarmente, oceano permettendo, dal caratteristico porto do Doolin. Dal villaggio raggiungerete la parte centrale delle rocce costeggiando le grotte e il Breanan Mor, uno dei punti di interesse. Per arrivare in cima delle falesie, servitevi della vostra auto a noleggio oppure in pullman.

 

Flora e fauna delle Cliffs of Moher

Prevalentemente, sulle Cliffs of Moher potrete scorgere uccelli, annualmente ci sono 30 mila esemplari, di 29 specie: tra queste spiccano le pulcinelle di mare, oltre mille, sparse nelle parti più isolate e ammassate in colonie sulla piccola e limitrofa Goat Island, diversi gabbiani, cormorani e anche piccoli falchi. La sommità delle scogliere di Moher è quasi sempre ricoperta da un soffice manto erboso, spesso costellato di piccoli fiori gialli e rosati.

 

Miti e cultura

Sebbene siano molto vicine alla suggestiva regione del Burren e per certi versi ne facciano un po’ da confine, i faraglioni non ne fanno parte come molti asseriscono, sia geograficamente come posizione, che morfologicamente, dato che il calcare, elemento assolutamente dominante e caratteristico del distretto confinante, non figura minimamente sulle pareti rocciose delle scogliere di Moher.
A dispetto del fatto che siano le più celebri e visitate, in realtà le barriere marine Cliffs of Moher non sono, come molti immaginano o vengono erroneamente a sapere, le più alte né d’Europa né d’Irlanda. Il record spetta, in entrambi i casi, alle connazionali Slieve League, situate nel Donegal, alte tre volte tanto, nonché alle Croaughan su Achill Island, sconosciute a causa della loro remota accessibilità.

 

Passeggiare sulle Cliffs of Moher

Nonostante siano un luogo altamente turistico e ben attrezzato con il centro visitatori e un parcheggio, ci sono numerosi sentieri non chiusi che entrano in proprietà private e che passano spesso sul precipizio, regolarmente battuti dai visitatori nonostante i divieti. L’accesso, ovviamente, non richiede alcun tipo di biglietto, meno che l’ingresso alla torre di O’Brien.

Brivido è il caso di dirlo. Consigliamo di scegliere tra i sentieri segnalati e scoprire una natura selvaggia e al tempo stesso magica. Prestate attenzione agli anfratti dei precipizi, dove nidificano numerosissimi uccelli marini. Non sarà difficile scovare pulcinelle di mare, urie, procellarie, gazze di mare e cormorani.

Alcune stradine permettono ai turisti di arrivare alle rovine dell’area sud. Si tratta del “percorso lungo”, consigliato la mattina. Altrimenti potrete arrivare al castello (percorso più breve, consigliato nelle ore pomeridiane). Rispettate i sentieri tracciati per i turisti e non oltrepassate per alcun motivo le barriere di protezione. Capita che alcune persone violano le regole per migliorare la prospettiva fotografica. Se siete in viaggio con i vostri bambini, fate particolarmente attenzione ai cartelli presenti nell’area.

Segnaliamo l’itinerario Coastal Walk, un nuovo percorso di venti chilometri che vi regalerà uno dei paesaggi più belli d’Irlanda. Si tratta di un itinerario da poter fare a piedi oppure in bicicletta. Parte da Hags Head. In questo caso, consigliamo di fare una sosta in una struttura alberghiera vicino le Cliffs of Moher e godervi un momento di puro relax in uno degli hotel nelle vicinanze.

 

Dove sono e come raggiungerle

Le scogliere distano 75 km da Galway, 270 da Dublino e 177 da Cork. Di seguito le coordinate GPS per raggiungere le scogliere in auto. Se invece viaggiate in autobus, le partenze sono previste dalle città di Ennis, Doolin e Galway.

  • Latitudine: 52.9714578
  • Longitudine: -9.4247540

 

Come raggiungere le scogliere da Dublino

Per raggiungere le Cliff of Moher da Dublino occorre partire molto presto. Al massimo alle 7. In questo modo si avrà tempo per godersi una splendida giornata che vede come fine ultimo l’arrivo alle Scogliere di Moher, uno dei siti più famosi d’Irlanda, che si trovano nella zona orientale dell’isola. Durante il tragitto alle scogliere d’Irlanda, potrete godere di un suggestivo viaggio panoramico attraverso il particolare paesaggio geologico e lunare del Burren, una regione divenuta famosa per le sue formazioni carsiche, prima di giungere nella città medievale di Galway e successivamente nel pittoresco villaggio costiero di Doolin, culla della musica tradizionale irlandese. Qui potrete godervi un momento di relax, con un lauto pranzo, in attesa del vostro tour alle bellissime scogliere, alte 200 metri e lunghe 8 chilometri. Dall’attrazione la vista è mozzafiato. Con il tempo bello, avrete la possibilità di individuare le Isole Aran e l’immenso Oceano Atlantico.

 

Prenota un tour alle scogliere d’Irlanda

Prenota un tour o acquista un biglietto d’ingresso alle Cliffs of Moher.

 

Morti e incidenti

Camminare sul ciglio del precipizio delle scogliere ha causato molti incidenti. Ovviamente, visitare questa attrazione non significa mettere a rischio la propria vita: meglio fare una foto meno suggestiva che rischiare di cadere giù. L’altezza dovrebbe far riflette qualsiasi fotografo: quasi 200 metri a strapiombo sull’oceano. Dunque, evitate selfie al limite. L’attenzione deve essere maggiore con condizioni atmosferiche non ottimali, dunque, in presenza di nebbia e vento. Oltre a spiacevoli incidenti accidentali, la località è tristemente popolare fra coloro che sono intenzionati a suicidarsi. Ad ogni modo, consigliamo il rispetto dei percorsi guidati. Se viaggiate con i bambini, teneteli per mano durante le vostra visita.

 

Nei dintorni delle Cliffs of Moher

Verso nord, un ripido percorso tra il mare e i prati conduce a Doolin, dove ci si può imbarcare per Inishmore. I tre pub del villaggio risuonano ogni sera del ritmo travolgente dei bodhràn (tamburi), dei tin whistles (zufoli) e delle pipes (cornamuse) e di altri strumenti irlandesi. In alta stagione questi singing pubs riescono a stento ad accogliere i visitatori che affluiscono sempre più numerosi.

 

Altre risorse

Hai trovato utile questo articolo?
4.8/5113 voti