San Patrizio è Patrono d’Irlanda, ammirato e venerato nel mondo e fatto Santo capace di convertire i pagani con l’opera di evangelizzazione con doti d’oratore.

Chi era davvero San Patrizio, spesso accostato come protettore dei pazzi e degli ingegneri. Nonostante le origini siano gallesi, l’evangelizzatore è riuscito con la sua opera evangelizzatrice a conquistare spiritualmente l’Irlanda con il messaggio cristiano. Lo ha fatto con i mezzi disponibili e le sue apprezzate e spiccate doti di oratore. Così l’uomo, il cui vero nome è Maewyin Succat, è divenuto un Santo venerato della Chiesa cattolica in Irlanda e nel resto del mondo.

Il ricordo del patrono d’Irlanda, ovvero la festa più importante del paese, coincide con il giorno della sua morte. L’appuntamento ricorre il 17 marzo e dall’Irlanda agli Usa, grandi festeggiamenti a tema esaltano le gesta di questo vescovo capace di trovare apprezzamenti al di fuori del culto religioso. I festeggiamenti trovano il loro apice a Dublino e in varie città come Armagh, Derry, Wexford, Downpatrick. Anche l’Italia omaggia il vescovo irlandese con serate tematiche negli irish pub o con festival tematici.


San Patrizio, il Santo Patrono d'Irlanda

La biografia di San Patrizio, patrono d’Irlanda, non lascia dubbi sulle origini di questo grande uomo. Gallese di nascita e fortemente, legato al colore blu e non al verde come lo si rappresenta al giorno d’oggi, il futuro vescovo sarebbe nato a Kilpatrick, nella Britannia romana tra il 385 e il 392 dC. Con il compito di evangelizzare le isole britanniche e specialmente dell’Irlanda, San Patrizio diventa missionario in terra irlandese e semina con la predicazione la fioritura del cristianesimo in Irlanda. Nonostante il paganesimo celtico, tra minacce di morte, catture e condanne, il santo predica e diffonde le radici cristiane, fonda abbazie e monasteri e fa, persino, miracoli.  San Patrizio combinò molti elementi cristiani con simboli pagani. Un modo per non stravolgere immediatamente le credenze della popolazione e conquistarne la fiducia mano a mano.


Dal paganesimo al cristianesimo

San Patrizio introdusse il simbolo della croce solare sulla croce latina, trasformando la croce celtica in icona del Cristianesimo celtico. All’età di oltre cinquant’anni, il protettore d’Irlanda San Patrizio intraprese un lungo pellegrinaggio verso Roma. E al ritorno si stabilì in Irlanda del Nord a Downpatrick, dove c’è la tomba. Tutti sembrano concordare sulla data e sul luogo della sua morte: il 17 marzo 461 a Saul, in una chiesa donatagli da Dichu, capo locale convertito al cristianesimo. Una leggenda narra che il corpo del protettore fu affidato a una coppia di buoi che, senza guida, lo portarono a Downpatrick.