Il Claddagh Ring è il famoso anello di fidanzamento irlandese che racchiude amore, lealtà e amicizia, ovvero significato e simboli da decifrare nel cuore incastonato tra le mani.

Il Claddagh Ring è il famoso anello irlandese, il cui nome evoca Claddagh, il villaggio di pescatori situato sulla Baia di Galway. La parola claddagh in gaelico sta a indicare la sabbia rocciosa tipica della zona. Il prezioso esprime la presenza di un legame affettivo attraverso come lo si indossa. Di magico c’è poco o nulla, mentre il fascino della simbologia e i vari significati che può assumere riempiono di curiosità turisti e viaggiatori di tutto il mondo. Un legame tra passato e presente che si tramanda di generazione in generazione esaltando la creatività di un gioielliere di Galway, cui è associata la paternità. Ad oggi, la zona ovest dell’Irlanda è particolarmente dedita alla diffusione e al commercio del ricercatissimo Claddagh Ring più che nel resto dell’isola. L’autore avrebbe imparato il mestiere a Tunisi, in Tunisia, e al suo ritorno è divenuto artefice del tradizionale anello di fidanzamento irlandese.

Claddagh Ring

Ciò che colpisce subito sono gli elementi che lo caratterizzano, il Claddagh Ring esprime il proprio significato attraverso dei simboli che lo compongono. Due mani che incastonano un cuore, il tutto sovrastato da una corona. Le mani scomodano gli dei, il cuore rappresenta il genere umano, la corona che sormonta tutto il resto sta a simboleggiare la vita. Ma le interpretazioni possono essere molte e variegate. Per altri, infatti, le mani simboleggiano l’amicizia, la corona è simbolo di lealtà, il cuore è l’amore: “The hands are there for friendship, the heart is there for love. For loyalty throughout the year, the crown is raised above”.

In chiave cristiana il Claddagh Ring è interpretato con connotati religiosi plausibili. Il Padre è identificato nella corona, le mani starebbero a simboleggiare il Figlio e lo Spirito Santo. A questo proposito c’è anche un’associazione del prezioso al trifoglio irlandese, un simbolo d’Irlanda utilizzato da San Patrizio per spiegare il concetto di trinità ai pagani. La triplice foglia è equiparata a cuore, mani e corona, con riferimenti del tutto simili all’interpretazione cristiana e con il cuore simbolo del genere umano. Aspetti puramente individuali maturati in seguito all’attribuzione e alla fidelizzazione di questo famoso anello. Il significato che racchiude è amicizia, legame affettivo interpretato come fidanzamento, nozze e vedovanza.  Quanto appena affermato può essere espresso nel modo in cui l’anello è indossato.

  • Amicizia o Lealtà: ovvero non avere alcun legame sentimentale, se indossato nella mano destra con la punta del cuore rivolta verso le dita.
  • Fidanzamento: dunque legame sentimentale è indicato indossando il prezioso nella mano destra e con il cuore rivolto verso il polso.
  • Matrimonio: è un’unione legale, conferita da sacramenti, ed è identificabile indossando l’anello nella mano sinistra e col cuore orientato verso il polso.
  • Vedovanza: esprime il decesso del coniuge ed è espressa indossando il prezioso nella mano sinistra e col cuore girato verso le dita.

Le origini spesso offuscate da leggende più o meno verosimili attribuiscono anche simboli della realtà pagana. Scomodando gli dei si scopre che la mano destra è riferita a Dagda (Dagda-Mor), il padre degli dei capace di far splendere il sole al suo volere. E quando lo fece, per giacere con una dea, un giorno durò 9 mesi. La mano sinistra rappresenterebbe Anu, dea conosciuta come Danu e madre universale dei Celti. La corona del Claddagh Ring, invece, rappresenta la vita intera, ossia Beathauile (Beatha significa vita e uile significa tutto o intero) la vita in sé. In ultimo il cuore, che rappresenta ogni membro della collettività. In gaelico “Love, Loyalty, and Friendship” è espresso “Gra, Dilseacht agus Cairdeas” – pronunciato ‘graw, dealshocked ogis cordiss’.

Le origini del Claddagh Ring

Il Claddagh Ring prende il nome dal villaggio di pescatori di Claddagh, fondato nel 1232, e dislocato nei sobborghi della Baia di Galway. La località non è lontana dallo Spanish Arch, una delle principali attrazioni cittadine, ed è identificata dalla gente del posto con il nome di ‘Cladach’ che in irlandese significa “spiaggia di pietra”. La stessa gente che ha sempre scelto la tradizione tanto da contrarre matrimoni tra persone del proprio villaggio e mantenendo un legame prezioso con l’anello. Sarebbero stati gli stessi abitanti di Claddagh a realizzare l’anello con dubbie origini sulla provenienza. Un emigrato a Tunisi tornano in patria o addirittura collegamenti all’epoca romana. Ad oggi, purtroppo, Claddagh è costituito da un gruppo di case, una scuola e una chiesa, è una sorta di enclave più citata dalle guide turistiche che realmente visitata dai turisti. Questo perché il processo di urbanizzazione ha di fatto cambiato stravolto l’architettura degli anni Trenta, le capanne dei pescatori sono state demolite e rimpiazzate con edifici di edilizia popolare. Da guardare restano esemplari in oro, argento e bronzo gelosamente custoditi ed esposti al National Museum of Ireland a Dublino e presso il Victoria and Albert Museum a Londra.

Credenze popolari sul Claddagh ring

Claddagh Ring: la simbologia dell’anello irlandese

Numerose credenze popolari sulle origini del Claddagh ring associano l’anello a dicerie sull’amore mal corrisposto. È il caso della retorica storia del re innamorato della contadina che si toglie la vita perché rifiutato. Un folle gesto di un reale che delirante chiese due mani intorno a un cuore incastonato sulla lapide. Un’altra leggenda non molto credibile, coinvolge un membro della famiglia Joyce. In particolare il riferimento è all’anello di Margareth Joyce. Una vicenda risalente al XVI secolo che vede protagonista Domingo De Rona, un ricco mercante spagnolo che muoveva su Galway i propri affari. Egli si invaghì di Margaret e innamorato la sposò. Nozze che durarono ben poco, visto che l’uomo morì presto e la donna ereditò le sue grandi fortune. Nel 1596, Margaret contrasse nuove nozze con il governatore di Galway, Oliver Og French, e donò gran parte dell’eredità alla città per la realizzazione di ponti. In tutto ciò il primo Claddagh Ring d’oro sarebbe caduto dall’alto sul grembo della donna, dono divino per la sua magnanimità.

Spunti più convincenti legano la storia dell’anello a un altro membro della famiglia Joyce, Richard. Catturato dai pirati mentre era in viaggio nelle indie Occidentali, l’uomo sarebbe stato venduto come schiavo a un orafo arabo che gli avrebbe tramandato il suo sapere sulla lavorazione delle pietre. Joyce divenne un ottimo incisore e tornato in patria nel 1869, per intercessione di Guglielmo III re di Inghilterra che ottenne il rilascio degli inglesi, diede sfogo alle conoscenze acquisite sull’arte orafa. Tra le pareti domestiche Richard coniò il famoso Claddagh Ring che avrebbe forgiato per il suo unico e vero amore: una ragazza rimasta a lui fedele. Fu amore eterno.

Dove acquistare l’anello della tradizione

Thomas Dillons, Claddagh Gold Jewellers, significato anelli da uomo e donna

Il Claddagh Ring è commercializzato da tutte le gioiellerie irlandesi con particolare rilievo nella zona ovest dell’isola. A Galway, dove tutto ebbe origine, c’è un negozio nel centro urbano che oramai ha assunto carattere di museo. Si chiama Thomas Dillions e mette insieme passato e presente con manufatti realizzato in oro, argento, oro bianco e leghe di vario tipo, per uomo e donna. Esportato in tutto il mondo, il tradizionale anello nuziale irlandese di Claddagh, da acquistare in oro per le nozze, è riuscito ad acquisire negli anni un riconoscimento universale e, dunque, è riproposto in tante versioni a simbolo di lealtà, amicizia e fedeltà. La stessa fedeltà che legava molti emigranti, costretti a lasciare l’Irlanda durante la carestia del XIX secolo, diretti verso le Americhe. L’anello della tradizione ha unito persone, uomini e donne, è stato ponte di collegamento per la gente dell’ovest abituata a guardare oltre Oceano. Simile al Claddagh Ring esiste un altro anello risalente a circa duecento anni fa conosciuto con il nome di Fenian Ring. Quest’ultimo costituito da due mani e due cuori, senza corona, nella sua simbologia volto a rappresentare la Repubblica d’Irlanda, avrebbe poco a che fare con il modello di Claddagh ring tradizionale rimasto, da sempre, simbolo di lealtà al Regno Irlandese

Acquista subito un prezioso da uomo o donna!

La croce celtica
La croce celtica
La croce celtica è un antico simbolo del popolo dei Celti. Nella maggior parte dei casi le Croci celtiche sono legate a riti pagani.
Ring
Ring
Ring è una cittadina che si trova su una penisola a circa sette miglia a sud di Dungarvan. L'insediamento principale è il villaggio di Ringville e da queste parti si parla la lingua irlandese.
Ring of Kerry
Ring of Kerry
Il Ring of Kerry è un percorso ad anello di circa 200 Km, che si snoda nella penisola di Iveragh e attraverso panorami scenografici, baie e lagune mostra l'Irlanda sud occidentale.