Dall’essere sconosciuta è divenuta una delle mete più ambite dai turisti: benvenuti in Irlanda del Nord, un luogo magico che a colpi di drumlin, dolci colline, altipiani, scogliere a picco sul mare e colonnine di basalto levigate dall’acqua e dal tempo, ha conquistato il cuore dei viaggiatori di tutto il mondo.

Avrete modo di fare un’esperienza unica che vede come punto di partenza la capitale dell’Irlanda del Nord: Belfast, la cui area metropolitana include circa un terzo della popolazione nordirlandese. Qui nacque la leggendaria nave da crociera Titanic. Assaggerete il cibo locale, avrete modo di visitare locali storici dove la cultura e lo sport raccontano le tante sfaccettature di una storia passata impressa sui muri locali.

Avrete modo di trascorrere dei momenti piacevoli passeggiando nell’antica città fortificata di Derry/Londonderry e percorrere la scenografica costa settentrionale d’Irlanda: proprio dove la Wild Atlantic Way incontra la Coastal Route. Resterete impressionati dalle bellezze della Irlanda del Nord di cui una in particolare patrimonio dell’Unesco. Parliamo del Selciato del Gigante, dalle colonne di basalto esagonali levigate dall’Oceano, e dell’emozionante Carrick-a-rede, il ponte di corda sospeso sul mare. 20 metri di adrenalina. Pura.

Irlanda del Nord

In Irlanda del Nord, gli altipiani nei Monti Sperrin nascondono depositi di oro e basalto, mentre il granito si trova sulle Montagne di Mourne. Tra le colline spiccano quelle di Slieve Donard, nei Mourne, che raggiungono l’altitudine di 850 metri e rappresentano il punto più alto del territorio. Il picco è Cavehill e si trova vicino Belfast.

L’attività vulcanica, che ha creato il plateau di Antrim, ha dato alla luce una serie di pilastri geometrici conosciuti come Selciato del gigante, sulla costa settentrionale di Antrim. Nella stessa regione sono presenti anche il ponte di corda a picco sull’Oceano, il Tempio di Mussenden, sulla sommità della scogliera, e le Glens of Antrim.

Ma l’Irlanda del Nord è anche set cinematografico della celebre serie de “Il Trono di Spade”, vere e proprie location che si alterneranno agli avventurosi sentieri di epoca edoardiana. Luoghi fatati come il Dark Hedges, pub storici come il The Crown Liquor Saloon, il ponte di Carrick-a-Rede, e memorie di un gigante dei mari dal triste epilogo.

Le contee

Le contee della regione Irlanda del Nord sono sei e ognuna ospita delle città che si presentano, a loro volta, in maniera del tutto diversa. A cominciare da Derry, la città fortificata meglio preservata in Europa; la bella Armagh, con i suoi forti legami con San Patrizio; per non parlare di Lisburn, con le sue strade del XVIII secolo, e la vivace Newry, un moderno centro urbano con una storia di oltre 850 anni.

Itinerario

Itinerario Irlanda del Nord

Ecco alcuni consigli su quali itinerari intraprendere. Uno dei migliori itinerari costieri in Irlanda del Nord è il Causeway Coastal Route, che si estende da Belfast a Derry. Ad aggiungersi c’è il Gobbins Walk, un percorso arroccato già presente nella TOP 10, che attraversa l’esaltante Carrick-a-Rede e Rathlin Island. Un percorso lungo la Mourne Coastal Route, che da Belfast porta a Newry, mostra un tour sulle orme dei contrabbandieri del XVIII secolo.

Consulta l’Itinerario in Irlanda del Nord

Come arrivare

Irlanda del nord si trova nella parte alta dell’Irlanda. La potrete identificare facilmente dalla cartina proposta. Per quanto riguarda il confine passa proprio attraverso il Lough Foyle, lo divide, nei pressi della foce del Foyle e arriva poco lontano dalla periferia occidentale di Derry. La separazione avviene di nuovo lungo il percorso del fiume, non lontano dal Lough Derg e dall’Upper Lough Erne, dove segue per un breve tragitto il fiume Erne, arriva al Lough Melvin e giunge al Lough Macnean Upper. Poi il confine torna sul Lower Lough Erne, prosegue sullo spartiacque tra i fiumi Erne e Shannon, fino a raggiungere Carlingford Lough.

In vista dell’imminente Brexit, si parla molto del confine con l’Europa. Recentemente il Regno Unito ha deciso l’uscita dall’Unione europea, con l’appoggio degli amministratori del Nord Irlanda, a seguito del risultato del referendum del 23 giugno 2016. Tale decisione influisce negativamente sui confini. La parola backstop potreste averla già sentita rappresenta il nodo cruciale della futura separazione. Tornare a un confine fisico significherebbe riaccendere le tensioni sociali e le reminiscenze del conflitto storico.

Conflitto nordirlandese

Ripercorri la storia dei Troubles in Irlanda del Nord, con il conflitto che si inasprì quando 30 gennaio 1972 i paracadutisti britannici uccisero a Derry quattordici civili disarmati. Una strage nella strage che come un vortice terminò soltanto nel 1998 con l’Accordo del Venerdì Santo. Sapresti distinguere la bandiera Irlanda con la bandiera del Nord? Conosci l’inno del Nord?